Quotazioni Quattroruote

NOTA METODOLOGICA AGGIORNATA A LUGLIO 2018

Fonti informative

Tra le principali fonti informative necessarie alla definizione delle quotazioni vi è la Banca Dati Auto Quattroruote.

A partire dal 1980 la nostra banca dati normalizza all’interno di un’anagrafica ed un’unica architettura standardizzata tutte le informazioni raccolte dai listini e dalla documentazione tecnica dei costruttori, dai codici di omologazione Ministeriale e da altre fonti, le più rilevanti informazioni relative alle auto, ai veicoli commerciali e alle moto ufficialmente commercializzate sul territorio italiano.

La banca dati comprende le descrizioni commerciali dei veicoli, i codici di identificazione dei costruttori, i dati tecnici essenziali, i codici e le date di omologazione, le caratteristiche tecniche, i prezzi di listino, le dotazioni di serie e una serie molto ampia di altre informazioni riassumibili in:

  • NORMAZIONE La tassonomia dell’intero mercato dell’auto praticata da Quattroruote prevede l’attribuzione ad ogni variante commerciale di un’auto (o veicolo commerciale o motoveicolo) di un codice specifico (Infocar). Questo codice consente di identificare in modo univoco la marca, il modello, la serie, la motorizzazione, la variante di carrozzeria e la versione di ogni veicolo. Nel tempo lo stesso veicolo può evolvere per alcune caratteristiche salienti (es. normative antinquinamento) per questo motivo ad ogni Infocar è aggiunto un codice progressivo nominato Anno/Mese che rappresenta questa evoluzione. Ogni Infocar ha almeno un Anno/Mese.
  • DATI TECNICI Per ogni veicolo sono presenti circa 400 informazioni classificate in gruppi funzionali. Le informazioni raccolte vanno dai dati tecnici del motore (tipo cilindrata, alimentazione, numero cilindri) a quelli sul tipo di trazione e di trasmissione. Sono presenti anche dati relativi a prestazioni e consumi, normative antinquinamento rispettate dal veicolo, tipo di carrozzeria e i colori degli interni e degli esterni.
  • CODICI CASE COSTRUTTRICI I codici dei costruttori per identificare un singolo veicolo e i codici di omologazione.
  • LISTINI PREZZI L’evoluzione dei prezzi di listino di ogni singolo veicolo e dei suoi equipaggiamenti.
  • EQUIPAGGIAMENTI Contiene per ogni singola versione la normalizzazione di un numero fisso di equipaggiamenti (attualmente 60), con descrizione uniformata comune a tutti i modelli, per ognuno dei quali viene indicato se è montato o no sul veicolo e, in caso affermativo, se è disponibile di serie oppure a richiesta (e in questo caso ne viene fornito il prezzo).
    Raccoglie, inoltre, tutti gli equipaggiamenti dichiarati dalle case automobilistiche nei propri listini ufficiali: quelli ottenibili a richiesta sono corredati di prezzo. La banca dati tiene anche conto dei «pacchetti» di equipaggiamenti e dei vincoli tecnici e commerciali, stabiliti dalle Case, tra i vari equipaggiamenti nell’ambito di ogni veicolo.

I dati provenienti dalla struttura di Banca Dati Quattroruote, già cospicui, vengono ulteriormente arricchiti dagli analisti del team di Analisi di Mercato con informazioni utili per l’analisi.
I principali dati gestiti sono:

  • segmento di mercato I segmenti di mercato sono definiti attraverso una matrice che incrocia i segmenti alfabetici di uso universale nel mercato automotive con le tipologie di veicoli.
    Per il mondo auto le tipologie sono: auto (berline, SW, coupé e cabrio), MPV e SUV. Per i veicoli commerciali leggeri, invece, sono: furgoni, combi e cabinati. I segmenti suddividono ulteriormente i furgoni anche per peso (leggeri, medi e heavy).

    Auto
    Segmento Descrizione Auto MPV SUV
    A mini A0
    B small B0 B1 B2
    C medium C0 C1 C2
    D large D0 D1 D2
    E executive E0 E1 E2
    F luxury F0 F2
    S sport S0
    J off-road J2
    VCL
    Segmento Descrizione Furgone Combi Cabinato
    1 derivati auto 1f
    2 minifurgoni 2f 2k 2c
    3 furgoni medi 3f 3k 3c
    4 furgoni heavy 4f 4k 4c
    7 pick-up 7c
  • TRIM LEVEL o livelli di allestimentoPer ogni veicolo codificato nella nostra banca dati viene definito il livello di allestimento secondo la tabella sotto riportata.
    Trim Level Descrizione
    L0 Versione base
    L1 1° Livello d’allestimento
    L2 2° Livello d’allestimento
    L3 3° Livello d’allestimento
    P0 Versione base + pacchetto
    P1 1° Livello d’allestimento + pacchetto
    P2 2° Livello d’allestimento + pacchetto
    P3 3° Livello d’allestimento + pacchetto
    U1 Unico livello per modello
    U2 Versione speciale estensione dell’unico livello per modello
    V0 Versione speciale estensione del livello base
    V1 Versione speciale estensione del 1° Livello
    V2 Versione speciale estensione del 2° Livello
    V3 Versione speciale estensione del 3° Livello

 

  • GERARCHIE E VERSIONI DI RIFERIMENTO Vengono anche gestite le informazioni relative ai rapporti gerarchici e di dipendenza tra veicoli diversi. La definizione di queste gerarchie consente l’identificazione delle versioni di riferimento di ciascun modello alle quali il processo statistico attribuirà le quotazioni. Le altre versioni o le varianti seguono l’andamento del capostipite in modo diretto o mediato da rapporti economici costanti o proporzionali. Il capostipite potrà contemplare una dotazione di equipaggiamenti e dati tecnici differente da quanto indicato nel listino del costruttore.

In aggiunta ulteriore, come fattori alimentanti le nostre stime e il motore statistico alla base delle proposte di quotazioni, ci sono anche:

  • ANDAMENTO STORICO DELLE QUOTAZIONI Viene gestito l’archivio dello storico delle quotazioni pubblicate e dei dati tecnici e commerciali utili alla definizione delle quotazioni stesse.
  • SONDAGGI ONLINE Attraverso sondaggi online viene raccolto il sentiment degli operatori professionali sull’andamento del mercato.