Quotazioni Quattroruote – cosa contengono?

Quali dati fornisce una quotazione Quattroruote e qual è il suo periodo di validitàRispondiamo alle domande più frequenti sul mondo delle quotazioni.

Quotazione di vendita e quotazione di ritiro

Per ogni veicolo cercato, Quattroruote fornisce due tipi di quotazioni: una di vendita e una di ritiro, divise per specifica anzianità del mezzo (data di prima immatricolazione) e per chilometraggio.

La quotazione di vendita è il valore a cui un veicolo può essere ragionevolmente venduto al cliente finale, mentre la quotazione di ritiro è il valore da considerarsi valido per tutti i casi di permuta dell’auto presso un operatore professionale (scontando i costi che l’operatore professionale deve sostenere nella sua attività commerciale).

Validità di una quotazione: periodo e caratteristiche 

Le quotazioni Quattroruote vengono aggiornate a cadenza regolare (mensile per auto e fuoristrada, bimestrale per veicoli commerciali leggeri e pick-up e quadrimestrale per moto), ed esprimono il valore economico per veicoli immatricolati in Italia fino a 15 anni di anzianità, –oltre al quale vengono, se riconosciuti come tali, quotati come veicoli storici–.

Ogni quotazione è espressa per anno e mese di prima immatricolazione.

Le quotazioni sono considerate valide per auto e veicoli commerciali che rispettino le seguenti caratteristiche:

  • organi meccanici e componenti elettrici/elettronici perfettamente efficienti;
  • manutenzione programmata regolarmente eseguita e documentabile (più manutenzione specifica e collaudi per le auto a gas);
  • revisioni effettuate secondo la legge;
  • carrozzeria e interni in buone condizioni, conformi all’età e al chilometraggio;
  • pneumatici in buono stato (con battistrada almeno al 50%) e conformi alla legge;

e sono riferite a veicoli con la sola dotazione di serie, definita dal costruttore. Equipaggiamenti o dotazioni opzionali possono essere aggiunte, purché il mercato attribuisca a questi optional un valore certo e oggettivo.

Chilometraggio

Il principale indicatore di utilizzo di un veicolo è il chilometraggio percorso nella sua vita, motivo per il quale una quotazione si deve adeguare a questo importante dato.

Rispetto a una quotazione base il veicolo può aver percorso:

  • meno chilometri, occorre quindi aggiungere alla quotazione, già modificata per tener conto degli equipaggiamenti, lo 0,3% della quotazione di vendita ogni 1000 km percorsi in meno;
  • più chilometri, occorre allora sottrarre alla quotazione, già modificata per tener conto degli equipaggiamenti, lo 0,3% della quotazione di vendita ogni 1000 km percorsi in più.

Per ulteriori informazioni visita la pagina: https://www.quattroruotepro.it/quotazioni-quattroruote-rilevazione-e-gestione-delle-quotazioni-dei-veicoli-e-motoveicoli-usati/quotazioni-quattroruote-metodologia/