By 15 Novembre 2021Tecnologia

Il giorno X è arrivato, per gli automobilisti di tutto il Paese è giunto il momento del cambio gomme ma, complice l’ansia da multa sempre dietro l’angolo, sono sempre di più gli italiani che scelgono coperture all season, il giusto compromesso per tutte le condizioni climatiche.

Pneumatici all season: come sono fatti?

Gli pneumatici 4 stagioni cercano di combinare le caratteristiche migliori delle coperture invernali ed estive. Il risultato è una sorta di copertura invernale “depotenziata” con battistrada tipico delle winter – nonostante qualche lamella in meno nei tasselli che li rende più resistenti alle sollecitazioni in curva sull’asciutto – e la mescola che rimane elastica e aderente fino a qualche grado sottozero, ma senza le prestazioni dell’invernale pura alle temperature più basse.

Come girano su strada le gomme 4 stagioni?

Le gomme all season sono sicure quanto le invernali? Questo è il pensiero fisso dei clienti, ma le rassicurazioni non mancano.

Dai test risulta infatti che gli pneumatici all season si comportano generalmente bene in accelerazione e frenata sulla neve, mentre nella guida sono meno efficaci rispetto alle invernali. Mentre il punto debole rimane il fondo bagnato con temperature alte, situazione in cui offrono prestazioni inferiori nel confronto diretto con le gomme estive e invernali, il punto forte è invece l’asciutto, dove anche con clima estivo le performance si mantengono in linea con quelle delle coperture specializzate.

Per chi non avesse ancora scelto questo tipo di coperture, un pratico reminder: da oggi scatta l’obbligo di pneumatici invernali, noi vi abbiamo avvisati!