Il Sistema di Previsione dei Valori Residui

Nota metodologica

Terza versione – Settembre 2018

Modello Predittivo

Per utilizzare al meglio le informazioni disponibili e ottenere previsioni conformi ai criteri prefissati si è definito il percorso sotto descritto, aggiornando le stime con cadenza mensile.

  • Segmentazione preliminare che consente di separare i veicoli con comportamenti di svalutazione sensibilmente diversi. Gli elementi che determinano queste macro differenze sono:
    • anzianità del modello (da non confondersi con l’anzianità della versione o della singola vettura)
    • segmento di appartenenza
    • quota di immatricolato sul totale segmento
    • marche Premium

    In base alle caratteristiche sopra elencate, sono stati individuati quattro cluster di veicoli con diversi andamenti dei valori residui per le AUTO:

    Sono stati individuati sei cluster di veicoli con diversi andamenti dei valori residui per i VCL:

  • Fattori latenti: sono stati individuati dei “fattori di svalutazione” che colgono la struttura esplicativa “generale” dell’andamento del mercato di veicoli usati e sono in grado di adattarsi alle dinamiche del mercato.
    • Trasformazione delle variabili: le caratteristiche delle versioni sono state “standardizzate”, in modo da non essere più legate ad un particolare istante temporale.
    • Analisi fattoriale: applicando la tecnica statistica dell’analisi fattoriale sono stati estratti dei fattori latenti in grado di sintetizzare gli elementi che discriminano i veicoli.

 

Otto fattori per le AUTO:

  1. marca: apprezzamento della marca in termini mantenimento del valore
  2. dimensione: categoria del veicolo rispetto ai sui attributi dimensionali quali l’altezza, la larghezza e la lunghezza
  3. trazione e consumo: tipo di trazione in termini e livello di consumo ed emissioni
  4. novità: misura del grado di novità ed innovazione delle caratteristiche tecniche e di equipaggiamento di ogni allestimento. È identificato contando il tempo da cui ogni caratteristica (ad esempio l’airbag laterale) è apparsa sul mercato
  5. alimentazione: tipo di alimentazione
  6. restyling: numero e tipo di restyling subiti dall’auto
  7. carrozzeria: tipo di carrozzeria
  8. potenza: indicatore sintetico legato ai diversi parametri di potenza del veicolo

Nove fattori per i VCL:

  1. alimentazione e carrozzeria: tipo di alimentazione in rapporto al tipo d’uso per cui è destinato il veicolo
  2. dimensione: categoria del veicolo rispetto ai sui attributi dimensionali quali l’altezza, la larghezza e la lunghezza
  3. marca: apprezzamento della marca in termini mantenimento del valore
  4. trazione: tipo di trazione per tipo carrozzeria
  5. consumi e potenza: aspetti legati al livello di consumi e alla potenza dei veicoli
  6. tipo omologazione: tra destinazione autocarro rispetto al tipo trasporto persone
  7. tipo tetto: altezza tetto
  8. novità: misura del grado di novità ed innovazione delle caratteristiche tecniche e di equipaggiamento di ogni allestimento
  9. restyling: numero e il tipo di restyling subiti dal veicolo
  • Utilizzo delle ultime quotazioni disponibili: per consentire un aggiornamento “automatico” delle previsioni si considerano anche le quotazioni disponibili al momento della previsione
  • Calcolo delle traiettorie di riferimento delle previsioni in base alle analisi svolte, partendo dai punti cardine (previsioni a 6, 12, 24, 36, 48 e 60 mesi), stimati dal modello di regressione lineare, si ottengono i valori che consentono di identificare le curve esponenziali per approssimare l’andamento delle quotazioni future

Integrazioni

Sono stati strutturati dei parametri che consentono agli analisti di Quattroruote di intervenire per integrare le previsioni con le informazioni in loro possesso (si veda il successivo paragrafo 4 di questa nota metodologica). Questa componente del processo è stata oggetto revisione al fine di migliorare l’integrazione degli interventi degli analisti nel sistema previsivo.

Manutenzione

Il sistema è strutturato in modo da percepire cambiamenti di mercato attuali e futuri, e modificare di conseguenza i suoi comportamenti: l’inserimento o l’esclusione di fattori e/o di caratteristiche che determinino le previsioni avverrà attraverso una costante analisi delle performance delle previsioni.