I sistemi di certificazione Nft salgono a bordo con Alfa Romeo, il primo costruttore a utilizzarli sul loro nuovo Suv di segmento C: Tonale.

Ma di cosa si tratta? 

NFT: COSA SONO

L’acronimo – Nonfungible token – è entrato nell’uso comune e si riferisce ai certificati di autenticità di beni materiali o digitali registrati su blockchain e, quindi, inalterabili, non falsificabili, rintracciabili e verificabili. 

NFT: GARANZIA SUL VALORE

Ogni vettura sarà collegata a un certificato digitale Nft che, appunto, fungerà da registro digitale secretato e non modificabile, sul quale saranno riportate le principali informazioni dell’auto.

Ogni certificato, legato inscindibilmente al numero di telaio, racconterà l’intera vita della vettura:

  • chilometri percorsi,
  • manutenzione eseguita,
  • riparazioni effettuate,
  • condizioni d’impiego,
  • stile di guida del proprietario o dei vari utilizzatori.

Tale certificato potrà avere un grande impatto sui valori residui e, di conseguenza, sul lavoro dei remarketing manager.

Gli Nft saranno quindi una novità capace di portare un guadagno per tutti gli interessati: chi rivende potrà contare su una migliore tenuta del valore, chi compra sul mercato di seconda mano potrà evitare brutte scoperte in un secondo momento.

 

 

In collaborazione con Fleet&Business.