Alla ricerca di economie di scala

Mentre i nuovi servizi di mobilità subiscono una forte accelerazione grazie alle tecnologie recentemente sviluppate, e le Case si stanno trasformando da produttori a società di servizi, ALD Automotive punta ad acquistare LeasePlan.

 

LeasePlan è storicamente il noleggiatore che ha spinto di più sull’elettrificazione delle flotte, mentre ALD punta sull’innovazione digitale: cosa comporterà questa fusione?

 

Quella che fino a pochi giorni fa sembrava poco più di un’indiscrezione, è infatti stata confermata da un’effettiva offerta. Una fusione da 3,5 milioni di auto (1,8 + 1,7 milioni) in 45 diversi Paesi è quella che si prospetta tra i due colossi, nonostante le molte sovrapposizioni che potrebbero far scomodare l’Antitrust. 

Il patto tra i due leader si concretizza in un momento nel quale molte aziende attive nella mobilità sostenibile si stanno espandendo, come Volkswagen con VWFS, permettendo così ad ALD di diventare una realtà ancora più competitiva e multibrand nel panorama mondiale.

L’obiettivo di ALD è dichiaratamente diventare il leader globale delle soluzioni di mobilità sostenibile e, grazie a questa fusione che li porterà ad avere la flotta elettrificata più grande al mondo e l’accesso a tantissimi dati, il raggiungimento dello stesso sembra più vicino che mai.