Il Sistema di Previsione dei Valori Residui

Nota metodologica

Terza versione – Settembre 2018

impianto statistico

L’attuale revisione del modello statistico di stima dei valori residui futuri, la terza negli oltre dieci anni di produzione di previsioni, si è resa opportuna sia per i diversi cambiamenti intercorsi nel mercato, per qualità dei beni e per mutate condizioni commerciali, sia per l’esperienza maturata e la continua ricerca di metodi e sistemi sempre più moderni come il machine learning.

Le caratteristiche salienti dell’intervento di revisione sono le seguenti:

  1. il “core” di SPVR è risultato essere ancora valido ed è stato mantenuto nella nuova versione
  2. è stato aggiunto un sistema per consentire agli analisti e agli stakeholder di Quattroruote di valutare e modificare l’effetto della situazione macro-economica/congiunturale attuale sulle previsioni
  3. l’effetto dell’inflazione è stato scorporato dalle previsioni, in modo che possa essere chiaramente identificato e trattato
  4. l’analisi e l’utilizzo, nel calcolo delle previsioni, delle ultime quotazioni dell’usato disponibili è stato migliorato applicando dei modelli di “deep learning” per valutare le “novità” sul mercato (prive di quotazioni)
  5. il modello di regressione per le previsioni “cardine” è stato ulteriormente raffinato introducendo una maggiore granularità dei punti della curva soggetti a stima
  6. i fattori di svalutazione e parametri dei modelli di regressione sono stati aggiornati al fine di comprendere le novità e le dinamiche più recenti del mercato, aggiornando gli algoritmi di calcolo e l’aggregazione delle variabili
  7. il sistema che consente agli analisti di Quattroruote di intervenire per integrare le previsioni con le informazioni in loro possesso è stato reso più efficace
  8. È stato costruito un indice di confidenza delle previsioni. Tale indice si basa su indicatori statistici e sulle informazioni disponibili per i vari allestimenti, e potrà essere fornito a corredo delle previsioni