Il Sistema di Previsione dei Valori Residui

Nota metodologica

Terza versione – Settembre 2018

Eventi di Mercato

Ad ulteriore affinamento delle previsioni è prevista l’introduzione di informazioni provenienti da ulteriori canali informativi rispetto a quelli di input strutturati. Attraverso l’esperienza degli analisti di Quattroruote Professional e con l’ausilio della collaborazione degli stakeholder di settore si vuole raggiungere l’obiettivo di quello di cogliere, prima e meglio, dinamiche di mercato che si discostano da quanto già osservato in passato e sintetizzabili a livello statistico, sul singolo modello o sottoinsieme dello stesso.

Le fonti monitorate, per integrare nel sistema previsivo le future variazioni sono:

  1. Cambiamenti di mercato e dei comportamenti del pubblico
    L’osservazione della comparsa a mercato di modelli totalmente nuovi per caratteristiche o che rappresentano una nuova nicchia di mercato per uno specifico costruttore, oppure l’evoluzione del panorama competitivo, piuttosto che nuove soluzioni tecniche, rappresentano delle distorsioni difficilmente intercettabili dalle serie storiche. Gli analisti monitorano il mercato tramite la visione anticipata dei modelli o tramite la percezione degli stessi nel pubblico attraverso canali come la rivista, i siti internet etc.
  2. Cambiamenti normativi
    Variazioni normative, fiscali e legislative sono considerate in funzione del loro eventuale impatto nel mercato dell’auto
  3. Stakeholder
    Gli analisti di Quattroruote Professional sono costantemente in contatto con gli Stakeholder del mercato automobilistico. Rappresentanti dei costruttori, dealer e commercianti di veicoli, noleggiatori e gestori di flotte, giornalisti con i quali scambiano continuamente notizie sia tramite specifici incontri che nell’ordinario dell’attività di osservazione del mercato

Da queste fonti gli analisti di Quattroruote cercano di identificare le dinamiche non presenti in passato da integrare quindi nel processo previsivo, rispetto a quelle già osservate.

Il metodo dei limiter

Gli interventi integrativi da parte degli analisti di Quattroruote vengono effettuati utilizzando una metodologia denominata limiter. Si tratta di un metodo, integrato nel modello previsivo, che forza il modello a rispettare, per una previsione ad un determinato momento nel futuro un vincolo del valore residuo su un insieme di veicoli.

Tramite l’uso del limiter è data possibilità agli analisti di applicare un livello minimo o massimo di valore residuo percentuale per un determinato gruppo di infocar. Una volta poi applicato il limite ad un gruppo di veicoli il sistema provvederà a distribuire le previsioni di quel gruppo in modo coerente sia al rispetto del vincolo sia alla distribuzione dei valori che il sistema statistico aveva previsto per quel gruppo di veicoli.