Il Sistema di Previsione dei Valori Residui

Nota metodologica

Terza versione – Settembre 2018

Assunzioni di base

Il modello SPVR è stato concepito per garantire previsioni affidabili e solide. Obiettivo realmente perseguibile solo in presenza di una variabile target storicamente robusta e universale come è specificatamente la quotazione di vendita Quattroruote. Inoltre è prevista la possibilità di integrare nel processo informazioni esogene e mutazioni di scenario macro economico. Aggiungendo, al meccanismo il calcolo di previsioni “ottimali” dal punto di vista statistico, informazioni per loro natura non strutturabili o che presentino andamenti non riscontrabili nell’andamento storico.

Per perseguire tali obiettivi il Sistema di Previsione Valori Residui si articola in un flusso strutturato e organico, che nello specifico globalmente si può identificare in questi momenti:

  1. il processo statistico di recepimento dell’informazione tecnico/economica
  2. la valutazione degli impatti di scenario macroeconomico
  3. l’integrazione delle informazioni esogene
  4. il recepimento dell’andamento dell’inflazione monetaria

Le fonti informative su cui è basato il sistema di previsione sono:

  • tutti i dati disponibili nella Banca Dati di Quattroruote: caratteristiche tecniche e commerciali normalizzate per tutti i veicoli, andamento dei listini e delle quotazioni, dati di immatricolazione, dati relativi al ciclo di vita dei prodotti e alle operazioni di restyling effettuate dalle case costruttrici, per quello che riguarda la componente statistica del sistema
  • l’andamento dell’inflazione monetaria in Italia
  • le informazioni raccolte da Quattroruote negli incontri con gli esperti del settore, provenienti dall’anteprima del mercato o comunque ricevute e rielaborate dagli analisti della redazione alla luce delle proprie specifiche competenze. Queste informazioni sono alla base delle eventuali correzioni apportate alle previsioni

I fenomeni osservati in passato, opportunamente misurati e tradotti in fattori di svalutazione e traiettorie di riferimento, costituiscono un bacino informativo ampio ed affidabile per tracciare le dinamiche future, ma non sufficienti. In presenza di mutamenti, oppure di situazioni totalmente nuove e non riscontrabili nelle dinamiche passate è invece necessario integrare la miglior sintesi statistica con elementi informativi raccolti e rielaborati dagli esperti di Quattroruote Professional. È importante sottolineare che il processo non è di natura autoreferenziale: le quotazioni dell’usato sono uno degli input delle previsioni e sono utilizzate nello storico per verificare la capacità predittiva del sistema. Non esiste, invece, alcun meccanismo di feed-back dalle previsioni alle quotazioni.